.

.

8 maggio 2015

LA SVEZIA E LA LINGUA DEGLI ELFI

Si chiama «Elfdalian» e risale al tempo dei Vichinghi: da settembre prossimo verrà insegnata ai bambini del comune di Älvdalen.


É una lingua vernacolare nordica molto antica. Un nome che richiama la mitologia degli elfi; un'origine che risale ai tempi dei Vichinghi. É oramai estremamente rara: adesso una scuola nella Svezia centrale inizierà a insegnarla ai suoi piccoli allievi. 

L’Elfdalian, il più arcaico tra i linguaggi della Svezia, è oggi considerato da molti esperti una vera lingua. Morente, dato che a parlarlo sono rimaste 2.500 persone in tutto il Paese, di cui 60 bambini. Pare che l'Elfdalian si sia separato dallo Svedese circa 1.300 anni fa, ed è una lingua completamente diversa, con caratteristiche grammaticali introvabili in qualsiasi altra lingua scandinava. Infatti gli svedesi, mentre possono più o meno capire i vari dialetti del Paese, così come riescono a comunicare con norvegesi e danesi, non hanno la più vaga idea di cosa stia dicendo qualcuno che parla in Elfdalian. Similitudini esistono invece con la lingua norenna, quella parlata durante l'era vichinga, con cui condivide parole ed espressioni.