.

.

27 aprile 2015

FINGAL'S CAVE: LA GROTTA DELLA MELODIA

Siamo sull’isola di Staffa, annessa alle Isole Ebridi, al largo della costa occidentale della Scozia. 


E’ la patria di centinaia di uccelli marini e le sue acque brulicano di vita marina. Ma Staffa è nota soprattutto per le sue magnifiche colonne basaltiche, originate da una colata lavica che, 60 milioni di anni fa, cominciò a raffreddarsi in schemi esagonali che, partendo dalla superficie, si estesero in profondità, formando le colonne e dando vita ad un luogo suggestivo e mitologico che sconvolge con la sua bellezza disarmante: parliamo di Fingal’s Cave, la Grotta di Fingal, una cava marina situata sull’Isola, parte del National Nature Reserve del National Trust for Scotland. 


L’aspetto delle colonne basaltiche esagonali è simile a quelle del Giant’s Causeway, in Irlanda, e della vicina Ulva. Fingal’s Cave, che sembra disegnata e intagliata, tanto è perfetta, armoniosa nei colori e nelle forme, è la musa ispiratrice di Felix Mendelssohn che, dopo averla visitata nel 1829, compose Die Hebriden (Ouverture Le Ebridi, Opus 26), ispirato agli strani echi della grotta, di Brahms (Il Canto dalla Grotta di Fingal) e dei Pink Floyd, con il loro brano strumentale “Fingal’s Cave”, scritto per il film “Zabriskie Point”, che però non venne inserito nella colonna sonora della pellicola cinematografica. 

La caratteristica apertura ad arco, il soffitto, le sue incredibili dimensioni (circa 20 metri d’altezza e 70 metri di profondità), il mare impetuoso che vi entra indisturbato e le onde che creano suoni misteriosi, le sono valsi il nome gaelico di “Grotta della Melodia” (An Uaimh Bhinn), mentre per la sua maestosità è chiamata “Cattedrale”. Divenne nota come Fingal’s Cave dal nome dell’eroe Fingal (“Bianco Straniero”) di un poema di James Macpherson del Ciclo di Ossian. Nella mitologia irlandese Fingal è conosciuto come Fionn mac Cumhaill (in scozzese, Finn Mac Cool) che ,secondo la leggenda, costruì un selciato tra Irlanda e Scozia. La grotta, per via delle forti correnti e della sua caratteristica conformazione rocciosa, non può essere visitata dall’interno poiché pericolosa per ogni tipo di imbarcazione ma, in caso di bassa marea, è possibile sbarcare e incamminarsi fino all’imbocco, costeggiando il sentiero naturale costituito da gradoni di colonne più o meno alte.