.

.

23 dicembre 2014

CURIOSITA' NATALIZIE: UNGHERIA

Il Natale in Ungheria ha un'atmosfera davvero intima, speciale, ed è vissuto con grande intensità come la festa della famiglia. 


Il Babbo Natale dell'Ungheria, Mikulás per i bambini ungheresi, non arriva il 24 ma il 6 dicembre, giorno di San Nicola, secondo una tradizione popolare molto antica. 

La notte precedente i bimbi lasciano speranzosi sui davanzali delle loro finestre scarpe e stivali tirati a lucido, nei quali il giorno seguente troveranno un premio o una punizione: noci, cioccolato, caramelle, arance ed altre dolci ghiottonerie, se sono stati buoni durante l'anno; semplice paglia e frasche dorate, lasciate da Krampusa, terribile diavoletto, se sono stati cattivi. 

Questa festività, che inaugura il periodo dell'Avvento ungherese, è attesa con grande impazienza soprattutto dai più piccoli, già presi dall'atmosfera natalizia. 


Aspettando il Natale i bimbi si divertono con il Calendario dell'Avvento mentre gli adulti hanno già allestito la tradizionale Ghirlanda ungherese, preparata con quattro candele colorate (in genere tre viola ed una rossa ad indicare la festa) da accendersi, una per volta, nelle quattro domeniche d'Avvento. 

La sera del 24 dicembre in tutte le case ungheresi viene addobbato l'albero di Natale (mentre non si usa il presepe, presente solo nelle chiese) con vivaci ed originali decorazioni come nastri, candele, caramelle tipiche avvolte in carta colorata, (szaloncukor), noci o arance dorate. 


Sotto l'albero si intonano i canti natalizi e ci si scambia auguri e regali, portati questa volta non da Babbo Natale ma da Gesù bambino e poi tutti a tavola per la tradizionale cena della vigilia. 

Il 25 ed il 26 dicembre in genere ci si reca dai parenti più stretti per il tradizionale scambio di auguri e dal 27 fervono i preparativi la grande festa di fine anno.


Informazioni Utili: Per chi volesse andare in Ungheria il nostro partner Vela Tour Operator organizza tour per ogni tipo di esigenza.