.

.

31 ottobre 2014

QUANDO LA SCIENZA SI TRAVESTE (NO, NON E' PER HALLOWEEN)

Il lavoro dei ricercatori della University of Victoria, in British Columbia, non si limita soltanto allo studio a lontananza degli animali, anzi, a volte devono proprio camuffarsi da animali per poter studiare da vicino i soggetti dei loro studi.


E' accaduto su un'isola a nord di Vancouver, in Canada, dove vive un piccolo gruppo di orsi di Kermode: sono orsi neri americani a cui una mutazione genetica regala un mantello bianco. 

Così un anno fa, il biologo Tom Reimchen, per capire se la pelliccia bianca avesse un certo tipo di vantaggio nella pesca dei salmoni rispetto ai cugini di pelliccia nera, si è travestito insieme ai suoi studenti con dei costumi di stoffa bianca o nera. Il gruppo si è posizionato in un'area di pesca e hanno osservato la reazione dei salmoni ai due colori. 

Il risultato dell'esperimento ha confermato l'ipotesi del gruppo di studio: "Abbiamo visto una diversa reazione da parte dei pesci a secondo di cosa indossavamo", racconta Reimchen. "Durante il giorno, i pesci sembrano più tranquilli quando erano vicino ai costumi bianchi, che è quello che avevamo osservato accadere anche con gli orsi veri".


Lo studio, pubblicato nel 2009 su Biological Journal of the Linnean Society, indica che la pelliccia bianca assicura agli orsi maggior successo nella pesca, forse perché i pesci non riconoscono l'animale, più raro, come predatore.